News

Famigerati forasacchi: come intervenire tempestivamente

Nel periodo che va da primavera ad ottobre i nostri animali devono fronteggiare un insidioso pericolo:

i terribili forasacchi, ovvero quelle piccole spighette presenti nei campi, ma anche nei prati o nelle aiuole delle città.

Il significato letterale è “forare il sacco” e deve la sua origine ai semi di questa pianta che venivano raccolti dai contadini e riuscivano a forare i sacchi dove venivano inseriti. 

Si tratta di spighette selvatiche (graminacee selvatiche, soprattutto avena e orzo) che si trovano tra le aiuole e tra i prati e che si insidiano in varie parti del corpo del cane e del gatto. 

Finchè sono verdi, i forasacchi non costituiscono un pericolo, ma lo diventano quando si seccano, trasformandosi in veri e propri aghi appuntiti che possono facilmente penetrare varie aree del corpo, procedendo sempre in avanti.

Le zone del cane da tenere particolarmente sotto controllo sono:

Sede  Sintomi  Conseguenze 
ORECCHIE  • Scuotimento della testa; prurito;
deviazione della testa verso il lato 
colpito 
• Infezione e
perforazione
del timpano  
BOCCA  • Tosse spesso emorragica  • Broncopolmonite se
raggiunge la trachea
o i bronchi  
NASO  • Starnuti convulsi, anche 10-15
di seguito con o senza rinoragia
(perdita di sangue)  
•Rinite; ascessi
ZAMPE  • Leccamento della zampa e zoppicamento   • Infezioni 
OCCHI  • Gonfiore e lacrimazione  • Congiuntivite;
lesioni corneali, fino
alla perdita della vista  
SOTTOCUTE (spt
ascelle/inguine/perineo)
e GENITALI 
• Leccamento/Grattamento   • Tragitti fistolosi: area
edematosa, calda, ulcerata  

Border Collie tra l'erba

Come proteggere i cani dai forasacchi?

1. Tenere lontani gli animali dalle aree verdi in cui siano visibili grandi quantità di erbacce. 
2. Ispezionare le parti sopracitate minuziosamente dopo ogni passeggiata, spazzolare il pelo ed eventualmente tosarlo spesso durante i mesi estivi (soprattutto razze a pelo lungo).
3. Rimuovere all’istante tutti i forasacchi presenti sul pelo.

Se ci accorgiamo che il forasacco sta entrando nella cute, possiamo facilmente estrarlo con una pinzetta, anche se è bene fare comunque una visita dal veterinario per esser sicuri di non aver lasciato eventuali residui. 

Il vero problema è accorgersi del forasacco quando ormai è entrato: in questo caso non improvvisate! Recatevi di corsa dal veterinario.

Se il corpo estraneo non ha compiuto molta strada nei tessuti, il veterinario ha modo di intervenire con una speciale pinza che gli permette di estrarre il forasacco. Se questo non dovesse essere possibile, si deve ricorrere alla sedazione totale dell’animale e sottoporlo ad un’operazione.

Non sottovalutate queste famigerate spighe, possono sembrare innocue ma potrebbero essere molto pericolose per i nostri amici a 4 zampe!

Caratteristiche
Video Presentazione
Registrati, Carica Crediti, Videochiama!
Per "incontrare" medici veterinari qualificati sempre raggiungibili in ogni momento, con qualsiasi sistema operativo, e per ottenere i migliori suggerimenti per la salute e il benessere del tuo animale.




News
Dicono di noi
Download App VetOnLine24
Scopri la Nuova App di VetOnline24
Effettua il download per il tuo smartphone.

Scegli il download in funzione del tuo sistema operativo.
Clicca su Apple Store o Google Play per cominciare il download.
Contatta VetOnLine24
Se vuoi segnalare eventi relativi al mondo animale, far porre all’attenzione un argomento su cui avresti bisogno di informazioni qualificate, o semplicemente hai dubbi o domande sulla nostra piattaforma e sull’app VetOnLine24, registrati e compila il form all’interno della piattaforma.
Veterinari Online
24 ore su 24
Senza appuntamento
Copyright © 2017 VetOnLine24 - di LGF srl - P.IVA 13674721009